Stagisti, lavoratori part-time, collaboratori: cosa prevede la norma relativamente alla sicurezza nel luogo di lavoro

MILANO -

Il Testo Unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro (D. Lgs. 81/08) interviene sulla tutela dei lavoratori, qualsiasi sia il loro contratto e qualsiasi sia la loro mansione.

L’art.1 del decreto recita definisce infatti il lavoratore come: “la persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un'attività lavorativa nell'ambito dell'organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un'arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari”.

Si tratta di un valore importantissimo, quello espresso, in quanto la tutela è estesa, incondizionatamente, anche nel caso di lavoratori part-time, collaboratori o stagisti, ed è importantissimo che anche loro, come tutti gli addetti, siano adeguatamente formati con i corsi previsti dalla norma.

Il Testo Unico (modificato dal D.Lgs. 106/2009) ha poi esteso la definizione, indicando i soggetti che sono equiparati al lavoratori ed ai quali, pertanto, sono da applicare tutte le disposizioni in tema di sicurezza. Si precisa quindi che: “Al lavoratore così definito è equiparato: il socio lavoratore di cooperativa o di società, anche di fatto, che presta la sua attività per conto delle società e dell'ente stesso; l'associato in partecipazione di cui all'articolo 2549, e seguenti del codice civile; il soggetto beneficiario delle iniziative di tirocini formativi e di orientamento di cui all'articolo 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196, e di cui a specifiche disposizioni delle leggi regionali promosse al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro o di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro; l'allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il partecipante ai corsi di formazione professionale nei quali si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali limitatamente ai periodi in cui l'allievo sia effettivamente applicato alla strumentazioni o ai laboratori in questione; ... omissis....”,

In base a queste disposizioni, anche i lavoratori part-time, i tirocinanti e gli stagisti, così come i collaboratori di qualsiasi tipo, sono soggetti alle disposizioni in tema di sicurezza, primi fra tutti i corsi di formazione – che devono essere validamente attestati - e l’inserimento nel Documento di Valutazione dei Rischi è un obbligo.

 

 

Redazione
Ricerca in corso...