Ripartono le IPO nell’AIM Italia di Borsa Italiana

MILANO -

Dopo il lockdown le piccole e medie imprese italiane fanno ripartire le Initial Public Offering (IPO) nell’AIM Italia con due nuove quotazioni: Sebino Fire and Security (ISIN: IT0005413510) e Cy4Gate (ISIN: IT0005412504).

Si tratta rispettivamente della seconda e terza ammissione nell’AIM Italia di Borsa Italiana che sono state registrate nel 2020, le prime dopo il coronavirus che ha frenato tutto, anche le new entry nel mercato finanziario dedicato alle PMI.

Con queste due IPO oggi si contano 128 società quotate sul sistema multilaterale di negoziazione autorizzato dalla CONSOB e gestito da Borsa Italiana. Oggi le aziende che vogliono davvero ripartire e competere a livello nazionale e internazionale devono necessariamente avviare un percorso manageriale e strategico che le conduca a quotarsi sui mercati finanziari, gli unici che hanno e manterranno una valenza globale nei flussi dei capitali. Facendo un focus sulle due società per azioni arrivate a Piazza degli Affari è possibile notarne le peculiarità.

Sebino Fire and Security è un’azienda bergamasca, avente Gianluigi Mussinelli come amministratore delegato, che progetta, installa e manutiene sistemi integrati per la rivelazione e l’estinzione di incendi e di sistemi integrati di sicurezza.

Il prezzo di collocamento di Sebino Fire and Security è stato di 2 euro e in pochi giorni ha già raggiunto quota 2,66 euro per poi riposizionarsi a quota 2,55 euro. Durante l’IPO Sebino Fire and Security ha raccolto 3,6 milioni di euro. Al momento dell’ammissione il flottante è stato dell’11,9% e la capitalizzazione è pari a 26,1 milioni di euro, mentre ad oggi l’impresa capitalizza oltre 33,8 milioni di euro maturando un +29% di valore. Nella fase preparatoria e durante l’IPO l’azienda è stata assistita da Integrae SIM in qualità sia di Nominated Adviser, sia di Specialist.

Cy4Gate, invece, in fase di IPO ha avuto un prezzo di collocamento di 3,15 euro per azione, un flottante al momento dell’ammissione del 46% e la capitalizzazione raggiunta è stata pari a circa 47,2 milioni di euro. Durante l’IPO Cy4Gate ha raccolto 21,1 milioni di euro con l’assistenza di Equita SIM in qualità di Nomad, Global Coordinator e Specialist. Gli investitori si sono dimostrati subito interessati all’azienda tanto che in pochi giorni ha toccato 4,188 euro per azione, con un incremento del +32%, superando 59,9 milioni di euro di capitalizzazione.

Cy4Gate ha Domitilla Benigni come presidente ed Eugenio Santagata come amministratore delegato e loro hanno scelto la quotazione in Borsa Italiana «per valorizzare la Società e per darle maggiore opportunità in Italia e all’estero». Il core business di Cy4Gate è la progettazione, lo sviluppo e la produzione di tecnologie, prodotti, sistemi e servizi al fine di soddisfare le esigenze di “cyber intelligence, cyber security e cyber electronic warfare” dei propri clienti italiani ma soprattutto internazionali.

Angelo Paletta

Docente di management e Innovation manager

Ricerca in corso...