Per l’autunno interventi mirati a sostegno dei settori in difficoltà

MILANO -

L’INPS ha registrato un minore ricorso alla cassa integrazione Covid fra luglio e agosto (-38%),nonostante rimanga a livelli molto alti rispetto al periodo precedente alla pandemia.

Nel mese di agosto i settori con il maggior numero di ore di CIG sono: commercio all’ingrosso, alberghi e ristoranti, attività immobiliari, noleggio, informatica e servizi alle imprese.

Per l’autunno il Governo prevede l’introduzione di ammortizzatori più specifici rispetto a quelli fin qui previsti. La cassa Covid terminerà alla fine del 2020 come previsto dal Decreto Agosto e il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri ha dichiarato che nel 2021 non ci sarà una “cassa integrazione generalizzata e gratuita per tutti. Ci sarà la cassa standard e qualche elemento specifico per sostenere i settori più in difficoltà”.

Ciò significa che le imprese potranno continuare a usufruire degli ammortizzatori sociali, ma ci saranno interventi mirati a sostegno di settori più colpiti dalla crisi.

RED
Ricerca in corso...