Partita IVA: come regolarizzare una fattura

MILANO -

Con la risposta all’interpello numero 373 del 17 settembre 2020, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito come regolarizzare la fattura nel caso in cui i fornitori commettano un errore indicando la partita IVA di una singola società del gruppo al posto di quella del gruppo stesso.

Per risolvere il problema, il prestatore o cedente è tenuto a comunicare al fornitore l’errore commesso e quest'ultimo deve procedere con l’emissione di una nota di variazione IVA a storno della fattura errata,  cui seguirà l’emissione di una nuova fattura corretta.

Se il fornitore non emette la nota di variazione IVA in diminuzione, il prestatore o cedente deve emettere un’autofattura elettronica tramite il sistema di interscambio SDI entro trenta giorni dall’emissione della fattura errata.

Infine, la correzione deve essere annotata nel registro IVA acquisti indicando che la regolarizzazione della fattura è avvenuta attraverso l’emissione di un’autofattura.

RED
Ricerca in corso...