Internet: competenze digitali essenziali per 7 assunti su 10 (3)

MILANO -

Negli ultimi cinque anni sono cresciute di quasi 11mila unità le imprese che vendono sul web. A puntare sul “negozio” online sono stati soprattutto gli imprenditori del Sud, forse per ovviare alla carenza di infrastrutture.

Infatti se la Lombardia si distingue per il numero più elevato di imprese che vendono su internet (4.726),tra il 30 giugno 2015 e la stessa data del 2020, Campania e Basilicata si posizionano al top per i ritmi di crescita rispetto al resto dell’Italia (rispettivamente +25% e +26% contro +15,3% medio annuo).

Un segno del cambiamento delle abitudini di consumo che, soprattutto in epoca di coronavirus, permette agli imprenditori che commerciano sulla “rete” di potere contare su una marcia in più.

Più in dettaglio confrontando il segmento delle vendite web con l’intero mondo del commercio, tra il 2015 e il 2020, le imprese della vendita al dettaglio attraverso internet sono aumentate di 10.826 unità, pari ad una crescita media del 15,3% all’anno, portando a quota 24.971 il numero complessivo degli “shop” online. Nello stesso periodo, invece, l’insieme del settore del commercio al dettaglio ha perso quasi 50.000 imprese.        

(Fonte: UNIONCAMERE)

RED
Ricerca in corso...