Industria dell'auto: perdite di 2,4 milioni di veicoli, Acea chiede sostegno da parte dell'Europa

MILANO -

Secondo l'ultimo rapporto Acea, l'associazione che riunisce i più importanti costruttori automobilistici europei, il fatturato dell'industria automobilistica rappresenta il 7% del Pil totale dell'UE.

L'automotive è un vero e proprio pilastro dell'economia europea e fornisce lavoro a 14,6 milioni di persone (il 6,7% dell''occupazione totale nell'Unione europea),mentre i 18 milioni di veicoli fabbricati in Europa nel 2019 rappresentano il 20% della produzione mondiale. Inoltre, l'industria automobilistica investe in ricerca e sviluppo nell'UE 60,9 miliardi di euro ogni anno.

Oggi purtroppo, a causa della pandemia, questo settore si trova in grande difficoltà e i produttori di veicoli hanno dovuto bloccare i centri di sviluppo e i siti di produzione nell'Ue per una media di 30 giorni lavorativi, che corrispondono a perdite di oltre 2,4 milioni di veicoli a motore. Si stima inoltre che le vendite di automobili diminuiranno di almeno il 25% nel 2020.

Per quanto riguarda l'attivazione di misure comunitarie a sostegno del settore, Eric-Mark Huitema, direttore generale dell'Acea, ha dichiarato: "Siamo impegnati a lavorare con i responsabili politici a Bruxelles e negli Stati membri dell'Ue per garantire che il nostro settore possa sopravvivere e recuperare, proteggendo in tal modo posti di lavoro, produzione e investimenti futuri. Nell''interesse della salute economica del continente, chiediamo ai responsabili politici dell''Ue e ai leader nazionali di intensificare urgentemente il loro sostegno politico, economico e pratico al nostro settore".

RED
Ricerca in corso...