E’ attiva la Superanagrafe: tremino professionisti e imprese

MILANO -

E’ iniziato a tutti gli effetti il controllo dei conti correnti degli italiani da parte del Fisco e così la “Superanagrafe” introdotta da Governo Monti nel 2011 consentirà all’Agenzia delle Entrate di incrociare i dati con la Guardia di Finanza per verificare tutti i movimenti in entrata e in uscita dai conti correnti.

Un controllo che, stante le previsioni, dovrebbe portare alla luce i contribuenti a rischio evasione sui quali andare a fare ulteriori ed approfonditi accertamenti.

Fra i principali soggetti “colpiti” dal controllo ci sono i liberi professionisti, i titolari di partita iva e le imprese i quali, se rilevate anomalie nei dati potranno avere la possibilità di giustificare all’amministrazione finanziaria le operazioni ritenute non congrue e chiarire la propria posizione.

E’ evidente che, qualora tali giustificazioni risultino insufficienti o inaccettabili, il Fisco proseguirà con un accertamento dettagliato della posizione del soggetto che, se trovato in difetto, dovrà sopportare il peso di gravi sanzioni.

RED
Ricerca in corso...