"Comitato Colao" per le Pmi: aumentare la liquidità delle imprese

MILANO -

Il rapporto del "Comitato Colao" presentato nei giorni scorsi raccoglie le iniziative proposte per il rilancio dell’Italia 2020-2022.

Per quanto riguarda il settore delle imprese e del lavoro, sono stati individuati i principali "rimedi" per aumentare la liquidità delle imprese e per ridurre l’impatto dei contenziosi post-crisi.
Le previsioni del Fondo Monetario Internazionale sulla perdita del Pil in Italia sono drammatiche e si aggirano almeno intorno al 9% nel 2020 ,a fronte di un tasso di crescita già molto basso dell’Italia.  Diventa quindi essenziale cambiare il sistema di accesso alla liquidità, che non può più essere intermediato esclusivamente dalle banche.

Si tratta di un obiettivo fondamentale, considerando che l’impianto di gestione delle crisi di impresa si baserà sull’allerta, ovvero su un sistema di norme, che spingono gli amministratori a monitorare la continuità aziendale e ad adottare le misure necessarie a risolvere la crisi ed evitare il fallimento.

Tuttavia, è necessario pianificare con attenzione come sostenere il fabbisogno finanziario delle imprese che entrano nel sistema di allerta. Oggi un’impresa in crisi non ha la possibilità di accedere al credito bancario, che potrebbe essergli stato ristretto o persino revocato. A tal proposito il Governo ha messo in campo incentivi alla liquidità alle imprese anche attraverso la garanzia SACE, ma questi devono essere affiancati dal “mercato della crisi”, ovvero l’incentivo alla diffusione di operatori specializzati nel sostegno alla liquidità per le imprese in crisi ed in allerta.

Ciò può avvenire in due modi: il primo, quello su cui punta il "Comitato Colao", è quello di sviluppare piattaforme informatiche che facilitino la cessione di crediti commerciali nei confronti di clienti e PA. Il secondo, è di intervenire sulla normativa di insolvenza: è necessario impedire che una procedura concorsuale possa essere aperta anche quando l'insolvenza è prospettica, ovvero ravvisabile in un arco di sei o dodici mesi poiché non ci sarebbe il tempo di verificare il sostegno di liquidità a tessuti produttivi.

RED
Ricerca in corso...