Cdp e Assoconfidi: nuovo plafond di liquidità

MILANO -

Per supportare le PMI italiane nell’accesso al credito durante la fase di ripresa post-pandemia, Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e Assoconfidi hanno sottoscritto un accordo per il nuovo “Plafond Confidi”.

Questo plafond, del valore complessivo di 500 milioni di euro e di durata fino a 7 anni, consentirà ai Confidi iscritti all’Albo di beneficiare di nuovi finanziamenti garantiti dal Fondo di Garanzia per le PMI.  

L'obiettivo è quello di sostenere concretamente lo sviluppo economico del Paese e in particolare, come ha sottolineato Nunzio Tartaglia, Responsabile Divisione CDP Imprese, le piccole e microimprese che nel corso degli anni hanno visto diminuire il credito per loro disponibile: “Questo accordo rappresenta un importante passo in avanti nella realizzazione degli obiettivi che CDP si è posta per rafforzare il sostegno alle PMI italiane, in particolare quelle di dimensione più piccola. Nel panorama imprenditoriale nazionale, dove oltre il 95% delle imprese registra un fatturato inferiore a 5 milioni di euro, anche le aziende di minori dimensioni possono beneficiare, per il tramite dei Confidi vigilati, del nostro supporto, come previsto dal Piano Industriale 2019-2021” .

A tal proposito Gianmarco Dotta, Presidente di Assoconfidi, ha dichiarato: “L’accordo con Cdp va nella direzione sperata di supporto alle imprese per il tramite dei Confidi, anche alla luce delle novità normative introdotte recentemente dal Governo. Con questo accordo, il sistema dei confidi intende avvalorare il proprio ruolo complementare rispetto a quello del sistema bancario forte della prossimità al territorio e della valenza mutualistica a favore delle PMI”.

RED
Ricerca in corso...