Bonus maggio? I professionisti dovranno certificare perdite per il 30%

MILANO -

La regolamentazione sul bonus partita IVA di marzo, aprile e maggio è cambiata molte volte.

Per aprile il bonus è stato riconosciuto in modo automatico senza la necessità di fare nuova domanda mentre, per avere diritto al bonus del mese di maggio, il requisito richiesto ai liberi professionisti e ai co.co.co. iscritti alla gestione separata Inps è di dimostrare tramite autocertificazione che il reddito del secondo bimestre si sia ridotto di almeno un terzo, rispetto allo stesso periodo del 2019.

L’Agenzia delle Entrate verificherà l’attendibilità dei dati e, solo  in caso di esito positivo dei controlli, l’Inps erogherà il bonus da mille euro.

Non potranno tuttavia beneficiare del bonus di maggio artigiani e commercianti, che possono invece contare sui contributi a fondo perduto a loro riservati e che partono da mille euro.

RED
Ricerca in corso...