Aprire la Partita Iva per uno shop online?

MILANO -

Durante il periodo di emergenza sanitaria il settore del commercio online è cresciuto moltissimo in tutto il mondo e anche in Italia molti imprenditori e commercianti hanno dato vita ad un negozio virtuale per supportare la propria attività, mentre altri hanno deciso di avviare proprio un'attività commerciale basata totalmente sulla "rete".

Per aprire un e-commerce è necessario però avere una Partita Iva, perché la vendita online professionale e continuativa è a tutti gli effetti un’attività d’impresa che implica un guadagno dai prodotti e dai servizi messi in vendita.

Lo stesso accade nel caso del dropshipping, ovvero quelle sponsorizzazioni di prodotti venduti da terzi e sulle cui vendite si ricevono delle commissioni, perché anche in questo caso si genera un guadagno.

L’apertura della partita Iva invece non è obbligatoria se si tratta di una attività di vendita occasionale che non genera fatturati oltre i 5mila euro annui.

RED
Ricerca in corso...